Wednesday, 2 February 2011

Un cuore che batte

Un cuoricino che batte scaccia il ricordo di uno che non batte più?

La risposta è no. Stesa su quel lettino, ieri, ho avuto un momento di terribile panico e poi uno di terribile gioia quando Ed ha detto ‘Oh, that’s good news’. 
il suono di quelle parole non e’ riuscito a cancellare quello della dottoressa vichinga ‘I’m so sorry, your baby is no longer alive’.

Pero’ un cuore che batte e due braccina e due gambine che si muovono lascia almeno un cuore colmo di speranza. E il mio che batteva all’impazzata si e’ un po’ calmato. Non so quanto durera’ la sensazione, sembra che stia gia’ sparendo, ma almeno dovro’ trovare altri motivi per agitarmi perche’ no non e’ una gravidanza extrauterina, no per adesso non e’ un missed miscarriage e magari se non vedo sangue posso indulgere nel credere che il cuoricino di questa cellulina battera’ anche la settimana prossima.

Passera’ il primo trimestre.
Passera’ anche il secondo e anche il terzo.
Ci DEVO CREDERE

Cellulina verra’ a casa con noi.

E Jacopo la proteggera’ dal posto pieno di luce in cui si trova.

Mi manchi tanto piccino mio...

No comments:

Post a comment